"GAL, IN ARRIVO QUASI 19 MILIONI DI EURO"


Img descrittiva eventoGAL COLLINE JONICHE. A Bari è stato firmato il Protocollo d’Intesa con la Regione. Investimenti pubblici e privati per quasi 19 milioni di euro.

GAL, Gruppo di Azione Locale “Colline Joniche”. In data 13 settembre è stato siglato a Bari, nel padiglione Agrimed della 74^ Fiera del Levante, il Protocollo d’intesa con la Regione Puglia. Per il territorio comprensoriale ionico costituito da 11 Comuni sono in arrivo cospicui investimenti-finanziamenti, tra fondi pubblici e privati, di quasi 19 milioni di euro. In totale sono 256 milioni di euro che saranno ripartiti tra i 25 GAL di Puglia posti a finanziamento.

Il Presidente del GAL Colline Joniche, il Sindaco di Grottaglie Raffaele Bagnardi, ha dichiarato quanto segue: “Il GAL “Colline Joniche”, neo costituito nel panorama del comparto agricolo pugliese, ha già ottenuto tre significativi risultati nel suo territorio. Ha creato un soggetto economico-politico con autonoma capacità negoziale, anche verso le istituzioni nazionali e dell’Unione Europea; ha determinato la consapevolezza degli operatori e degli enti del settore di doversi orientare in dirittura della cultura e dell’economia rurali, come sistema evoluto, composito e di filiera, cioè seguendo un percorso ormai ineludibile e volto allo sviluppo innovativo e competitivo; ha ottenuto, con la firma odierna della Convenzione con la Regione Puglia, la sua formale legittimazione a operare nell’ambito della pianificazione pubblica, potendo guidare investimenti fino a quasi 19 milioni di euro, nel proprio ambito (11 Comuni della provincia di Taranto). Ora, tutti i GAL pugliesi si trovano di fronte a un importante bivio strategico. In accordo con la Regione devono decidere se rimanere semplici strumenti di erogazione e di implementazione dei fondi pubblici e privati ovvero se diventare, più auspicabilmente, rappresentative agenzie globali di promozione locale. In questa seconda ipotesi, bisognerà però superare l’attuale tendenza al frastagliamento e alla proliferazione delle entità societarie. E forse occorrerà tendere alla fusione in pochi o unici grandi soggetti provinciali. Per quanto mi riguarda, dal 2008 a oggi, ho dapprima coordinato il Comitato promotore, portando gli aderenti alla concertazione e alla proposta del “documento strategico territoriale”; ho curato la costituzione della Società Consortile a responsabilità limitata, nella quale sono stato chiamato a ricoprire la carica di Presidente; infine, dopo la stesura, l’approvazione e l’ammissione del “piano strategico locale”, ho ufficialmente firmato la convenzione con la Regione Puglia, dotando la Società delle necessarie leve finanziarie, per le azioni e gli interventi programmati. Sicché, avendo adempiuto positivamente al mio precipuo compito, con onesta soddisfazione, presenterò al Consiglio di Amministrazione le mie dimissioni, sicuro che la Società stessa saprà efficacemente proseguire nei suoi lodevoli e importanti intenti”.

L’Assessore all’Agricoltura Ciro Alabrese ha voluto aggiungere quanto segue: “Con la sottoscrizione del Protocollo d’intesa a Bari si passa finalmente alla fase operativa. Adesso non bisognerà perdere tempo, e il nostro obiettivo non è tanto la capacità di spesa della somma messa a disposizione, ma soprattutto la qualità della spesa. Il GAL è uno strumento che ha la finalità di mettere in campo azioni utili per lo sviluppo del territorio ed in fondo è l’ultima occasione che dobbiamo sfruttare al massimo. La sfida è questa: vogliamo essere una cellula dello sviluppo non solo locale ma dell’intero sviluppo rurale regionale e creare, insieme agli altri GAL, un’occasione di programmazione e di rilancio del territorio e dell’intera Puglia. Tra 5 anni, tempo entro il quale dobbiamo spendere le somme che ci sono state messe a disposizione, dobbiamo poter dire che la Puglia è cresciuta e che abbiamo saputo gettare le basi per uno sviluppo a lungo termine”.

SCHEDA- Il Gal “Colline Joniche” ha avuto inizio nel dicembre 2008, quando si è creato un Comitato Promotore per la creazione di un Gruppo di Azione Locale. Sin dall’inizio, il Comune di Grottaglie ed in particolare il Sindaco Raffaele Bagnardi e l’Assessore Ciro Alabrese, hanno stimolato l’interesse dei Comuni limitrofi e le imprese private affinché si costituisse questo importante soggetto giuridico capace di dare attuazione alle Misure di intervento previste nell’Asse III e IV del Piano di Sviluppo Rurale Puglia 2007/2013. Dopo una serie di incontri preliminari tra soggetti pubblici e privati, questo Comitato Promotore, composto dai Comuni di Grottaglie, Pulsano, Crispiano, Roccaforzata, Faggiano, Carosino, Monteparano, Statte, San Giorgio Jonico, Monteiasi e Montemesola e un nutrito gruppo di operatori privati e varie associazioni di categoria, hanno presentato alla Regione Puglia il proprio Documento Strategico Territoriale per la prima fase di selezione, che è risultata positiva, come sancito con Determinazione del Dirigente del Servizio Agricoltura 9 ottobre 2009, n. 1463. A seguito di questa prima fase di selezione, per il definitivo riconoscimento e finanziamento del GAL, in armonia con il PSR Puglia 2007/2013, il Comitato Promotore Gal Colline Joniche ha proceduto alla costituzione della Società Consortile che si è costituita in Grottaglie, nel dicembre 2009. Il Piano di Sviluppo Locale è stato approvato con Deliberazione della Giunta Regionale del maggio 2010.

 
icona Notizia inserita da Addetto Stampa il 14/09/2010


Inoltre è disponibile l'archivio completo per la consultazione delle altre news

Responsabile Area: Ufficio del Sindaco                Condividi        

 22/11/2019 | ore:00:44:46 | Stampa questa pagina | Torna indietro